Questo articolo è stato scritto da Redazione Tonno Nostromo

Dove mangiare pesce freschissimo? La risposta è semplice: in pescheria! Crudo e non solo, per una moda che ha conquistato gli appassionati di cucina di mare.

Le pescherie fanno tendenza e, sempre più spesso, si trasformano in veri bistrot dall’estetica curata e di design.


Ormai si può parlare di moda: i ristoranti nati nelle pescherie proliferano e i clienti ne sono conquistati al primo assaggio. Le pescherie fanno tendenza e, sempre più spesso, si trasformano in veri bistrot dall’estetica curata e di design. In Italia ormai se ne trovano tantissimi, ognuno con la propria peculiarità e con i propri cavalli di battaglia sempre accompagnati da calici di bollicine!

Tra i primi si trova la Pescheria Spadari, negozio storico nel pieno centro di Milano che ha aperto i battenti nel lontano 1933.
Negli anni la pescheria si è evoluta e oggi è possibile sedersi ai tavoli del suo Bistrot a due passi dal Duomo per gustare plateau di crudi, ma anche fritti, grigliate, primi e secondi piatti. La pescheria inoltre serve coni di frittura e fish burger da mangiare in strada.

A Lecce si trova Pescheria con cottura: scegli il pesce, passi alla cassa, ti accomodi e il tuo pescato arriva al tavolo pronto da gustare! Il locale è accogliente, con un design delizioso, il pesce è freschissimo e la scelta tra i piatti è ampia. I crudi e le marinature non mancano, ma neanche primi piatti vari e ricercati. Per il secondo puoi scegliere tra la cottura al vapore o al forno, fritti o alla piastra.

Roma di certo non fa eccezione e sono almeno una decina le pescherie in città che hanno dato spazio alla cucina. Un caso unico è invece quello della Pescheria Osteria Dal Sor Duilio, dove la tradizione di pescatori e pescivendoli va avanti da ben cinque generazioni. Sor Duilio che dà il nome alla pescheria era il nonno.
Eccetto due o tre giorni alla settimana, potrai trovare il pescato che arriva direttamente dai loro pescherecci di Civitavecchia. Al ristorante, aperto a pranzo e cena, si assaggia ogni giorno qualcosa di diverso con le specialità del giorno: antipasti, primi e secondi con tanto di zuppe di pesce e crudi. Al mercoledì la pescheria si trasforma anche in bar per un aperitivo con cocktail e pesce fresco!

Per Salerno la pescheria con cucina è una novità di questo 2017 e a marzo ha aperto le porte del suo ristorante Pescheria, con sottotitolo “Cucina di mare”. Qui verrà cucinato il pesce del Salento e del Cilento scelto ogni mattina da pochi pescatori di fiducia. In questa pescheria potrai gustare ottimi crudi con un piglio particolare come nel caso delle tagliatelle di calamari. Disponibili anche tanti primi e secondi piatti reinterpretati dalla tradizione, fritti misti e grigliate serviti con grande cura e attenzione ai dettagli.

Al pomeriggio la pescheria è anche Oyster Bar: ottimo pesce crudo servito direttamente al bancone da abbinare a oltre 300 etichette di vini.
Spostandosi ancora più a Sud, i Fratelli Vittorio sono una sosta d’obbligo a Catania. Situata nel mercato del pesce della città, la pescheria ormai con cucina porta in tavola una vastissima scelta di piatti, dall’antipasto al dolce.

Piatti semplici, dai sapori di Sicilia, ma sempre con quel tocco in più. Se desideri assaporare pesce fresco dai sapori della tradizione, non perderti una cena qui e, ovviamente, lascia spazio anche per un plateau di crudi da togliere il fiato.

Da Nord a Sud, in città di mare, ma anche nell’entroterra, le pescherie sono ormai luoghi da vivere. Se ami mangiare buon pesce fresco, saranno sempre un porto sicuro a cui rivolgerti!

Condividi questo articolo