Questo articolo è stato scritto da Redazione Tonno Nostromo


Gli sbalzi di temperatura tipici dell’autunno, lo stress e qualche errore nella nostra alimentazione possono portare a un abbassamento delle difese immunitarie. Ed ecco che fanno la loro comparsa mal di gola, raffreddore, tosse e spossatezza. Ecco qualche consiglio per rafforzare le difese immunitarie, mangiando i cibi tipici del periodo autunnale.

Rafforzare le difese immunitarie, con l’alimentazione!

Oltre ad usare sciarpa e cappello, possiamo modificare la nostra alimentazione per prevenire l’insorgenza di questi malanni. Cerchiamo di non affaticare il nostro organismo con cibi pesanti o di indebolirlo con diete lampo che non apportano la giusta energia. Per rinforzare le difese immunitarie è essenziale condurre uno stile di vita sano, come?

  • No a fumo, alcolici e vita sedentaria;
  • Sì a sport, camminate all’aria aperta, giusta alimentazione.

Soprattutto quando si vuole mangiare sano, in molti pensano di dover eliminare del tutto pasta e pane per vivere di solo minestrone. Per quando zuppe e minestre siano squisite, soprattutto quando fuori fa freddo, questa non è la soluzione. Certo, bisogna mangiare più frutta e verdura, ma accompagnati da cereali integrali, pesce e legumi, che con i loro preziosi nutrienti ci aiutano a risvegliare corpo e mente dal torpore autunnale.

Quali ingredienti è meglio assumere?

Introdurre regolarmente alimenti ricchi di sali minerali, vitamine e acidi grassi Omega-3 è infatti fondamentale per il buon funzionamento del nostro organismo e rendere più forte il sistema immunitario.

Pesce azzurro

Sono molti gli ingredienti che non dovrebbero mancare sulle nostre tavole per sentirci meglio durante la stagione fredda. Non può mancare il pesce azzurro, che dovrebbe essere regolarmente incluso nella nostra alimentazione per i suoi preziosi nutrienti, fresco oppure conservato. Per esempio il Trancio di Tonno Nostromo all’Olio di Oliva o i Filetti di Sgombro all’Olio Extra-Vergine di Oliva Bio ottimi per rafforzare le difese immunitarie nel periodo autunnale. Sono una fonte di proteine nobili, fosforo e acidi grassi essenziali, che contribuiscono alla protezione del sistema cardiocircolatorio e ci fanno sentire pieni di energia.

Ortaggi

Ora vediamo quali ortaggi non possono mancare. Sicuramente broccoli, cavolfiore, cavoli e cavoletti di Bruxelles. Sono fonti di:

  • Vitamina C e K;
  • Antiossidanti;
  • Ferro;
  • Acido folico.

Sono alleati potenti per la nostra salute durante i mesi freddi, grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, antitumorali e utili per contrastare il colesterolo cattivo.

Ma non solo: anche carote e zucca sono fonti privilegiate di betacarotene e contengono vitamina B e C, fibre, e molti sali minerali. Gli spinaci ci aiutano a introdurre il ferro di cui abbiamo bisogno, mentre le rape rosse sono fonte di acido folico e vitamina C, A e  K.

Tra le spezie, non dimentichiamo gli antibiotici naturali: aglio, peperoncino e curcuma. Hanno efficacia antibatterica e ci aiutano a contrastare virus e batteri. Rendono più saporiti e gustosi i nostri piatti anche con poco sale.

Frutta

Per concludere, i frutti della stagione fredda.

I più famosi sono: kiwi, arance, mandarini, pompelmo e limone: per il loro contenuto di vitamina C. Sono rimedi al raffreddore per antonomasia; aiutano a rafforzare il sistema immunitario, proteggere il cuore, reidratare l’organismo e ripartire con slancio.

Abbiamo poi mele e pere, ricche di antiossidanti, potassio, magnesio, zinco, acido folico e vitamina C. Hanno il potere di rafforzare la flora batterica intestinale e stimolano la depurazione dell’organismo.

Ricordiamo anche le virtù del melograno, che ha un buon apporto in sali minerali e vitamina C, oltre a grandi proprietà antiossidanti. Le castagne, poi, sono un concentrato di energia: sono cariche di vitamina B3, utile per rafforzare il sistema nervoso, e di potassio, che ha un’azione rivitalizzante.

 

Ora conoscete molti degli alleati per rafforzare le difese immunitarie con i cibi autunnali.

Condividi questo articolo