Questo articolo è stato scritto da Carmen Zedda Nutrizionista, dietologa, dietologa sportiva, educatrice alimentare.

Nonostante il gusto dolce della sua polpa, la zucca è un alimento poco calorico, adatto anche al consumo da parte di soggetti diabetici.


La zucca ci accompagna dall’autunno alla primavera con tante ricette. Ha inoltre molte proprietà benefiche per il nostro organismo: scopriamole insieme.

Bella da vedere e da mangiare ci accompagna dall’autunno alla primavera in tante gustose ricette. E se non fosse solo allegra e invitante? Questo ortaggio racchiude infatti molte proprietà benefiche per il nostro organismo: scopriamole insieme.

La zucca

La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee, così come le zucchine, i cetrioli, le angurie e i meloni, ed è tra questi il più interessante dal punto di vista nutrizionale. Nonostante il gusto dolce della sua polpa, la zucca è un alimento poco calorico, adatto anche al consumo da parte di soggetti diabetici. Una porzione di 100 grammi di zucca, infatti, apporta solamente 18 Kcal, ed è ricca di carboidrati, proteine, fibre e acqua.

Come molti frutti o ortaggi a polpa di colore giallo-arancio, ha un’elevata concentrazione di sostanze antiossidanti e di beta-carotene, che ci aiutano a contrastare l’invecchiamento cellulare e a preparare la pelle per l’esposizione ai raggi solari, ora che la bella stagione è alle porte. Non solo: la concentrazione di vitamine e minerali ci aiuta a prevenire le forme tumorali, innalza le difese immunitarie, depura il fegato, protegge la vista e contrasta la formazione di calcoli renali.

Tra i sali minerali contenuti in maggiore concentrazione troviamo il magnesio, che aiuta a regolare i cicli del sonno, e il potassio, che aiuta a prevenire i crampi muscolari e il senso di affaticamento, favorisce l’eliminazione dell’acqua e il buon funzionamento renale. Anche la funzione intestinale può trarre giovamento da un consumo regolare di zucca: le fibre, contenute in abbondanza, migliorano l’equilibrio della flora batterica intestinale e favoriscono l’eliminazione delle scorie.

Come consumarla?

La zucca può essere consumata cruda, in centrifugati energizzanti e depurativi, oppure cotta al forno, al vapore, al cartoccio o alla piastra. Tutti i metodi di cottura non aggressivi sono ideali per conservarne le virtù che contribuiscono al benessere del nostro organismo.

Si tratta di un ingrediente molto versatile per ricette salate o dolci: per fare il pieno di fibre e minerali, possiamo servire a tavola una vellutata di zucca e carote, oppure una porzione di tonno fresco o Tonno Nostromo all’Olio di Oliva accompagnato da cubetti di zucca al rosmarino spadellati, o ancora uno spicchio di zucca al forno spolverato di erbe aromatiche e sostenuto da alcune scaglie di parmigiano.

Se invece vogliamo concederci qualche sfizio, possiamo cucinare un goloso risotto con zucca frullata, porcini e prezzemolo, oppure gustare un classico della tradizione come i tortelli di zucca con aceto balsamico stravecchio e parmigiano grattugiato. Se invece le nostre preferenze dovessero cadere sul dolce, perché non preparare una crostata di zucca e mele? La dolcezza naturale dei due ingredienti ci permetterà di ridurre al minimo l’uso di zucchero nella frolla e il risultato sarà a dir poco goloso, per una merenda leggera ma sfiziosa.

Condividi questo articolo